domenica 17 ottobre 2010

Television

Tom Verlaine
La New York di quegli anni era formidabile, lui con la sua voce stridula e la chitarra acida e i suoi Television avevano un sound unico

12 commenti:

  1. grazie! ah.. non io.. intendevi lui..

    RispondiElimina
  2. è il boy cher lascia perplessi, tra me e lui avremo cent'anni in due

    RispondiElimina
  3. Sei stato Staffettato da me...guarda il mio Blog per saperne di più!

    Ossequi

    RispondiElimina
  4. Gherìììììì! E' arrivato il ritratto! CHE EMOZIONE, mi lacrimano gli occhi.

    RispondiElimina
  5. bllod: david sei cascato male :) io sono il ramo secco di ogni catena di sant'antonio, e quindi catalizzo su di me la sfiga universale (e si vede..:)) spero tu non me ne voglia :)

    calzì: già arrivato? :D

    RispondiElimina
  6. sei stato celere come la ricrescita capillare naturale di silvio :)

    RispondiElimina
  7. in una sola frase hai citato 3 cose che mi irritano: celere (nel senso di celerino), ricrescita (mai parlare di capillo in casa dello scapillato) e silvio :p

    RispondiElimina
  8. era tempo che non facevo un salto, in effetti non salto più, lavoro e basta, con la prospettiva di un altro salto e spero questa volta non nel buio.
    I tuoi disegni sono bellissimi, mi piacciono quelli con pochi tratti e dove il nero affonda.
    Bravo, Gary.

    RispondiElimina
  9. un record di simpatia insomma...

    RispondiElimina
  10. ceci: oibò e dove salti di grazia? mica sotto il cappotto del cielo del nord est?

    calzì: sei solo una gaffeuse di razza :D

    RispondiElimina